Home PageChi sonoFasi AllevamentoLocaliCanarini AllevatiContatti
ArticoliPhoto GalleryPalmaresDownloadMercatinoLink

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI

 

I SEMI BOLLITI

 
  Condividi  

I semi bolliti sono della stessa appetibilità dei semi germinati, ma hanno un più basso valore nutrizionale. Li somministro ai canarini nei giorni in cui non ho a disposizione i semi germinati.

I semi bolliti infatti, li preparo una sola volta, poco prima dell'inizio delle cove in quantità tale da ritrovarmeli fino alla fine della stagione riproduttiva.

Il misto che utilizzo è di mia composizione, avendo potuto sperimentare nel corso degli anni, i semi più idonei a questo tipo di processo. Nello specifico utilizzo: Miglio, Panico, Girasole Nero e Striato, Niger, Ravizzone, Azuki, Grano e Avena.

La preparazione è suddivisa un due fasi:

1. Bollitura

2. Sterilizzazione per una lunga conservazione.

La bollitura dura circa 20 minuti e avviene dopo abbondanti lavaggi. Utilizzo una pentola molto capiente e un fornellino da campo che mi permette di eseguire tutte le fasi all'aperto in quanto l'odore che i semi sprigionano durante la bollitura non è dei migliori. Una volta bolliti, lascio raffreddare i semi e li separo dall'acqua per mezzo di un colino.

A semi tiepidi e scolati, comincio a riempire, non fino all'orlo, i boccacci. In un pentolino sterilizzo per bollitura un pò d'acqua che verso nei boccacci con i semi fino a riempirli completamente, li chiudo, e li posiziono nella stessa pentola utilizzata in precedenza per bollire i semi. La riempio d'acqua è avvio la seconda bollitura, che durerà 25 minuti e sterilizzerà i boccacci con dentro i semi.

 

            

 

                 

A "lavoro" ultimato i semi si presentano così. Per motivi di praticità utilizzo boccacci di capienze diverse

 

 

   

TORNA ALL'INDICE ARTICOLI

VAI ALL'ARTICOLO SUCCESSIVO
   
   

Copyright © 2008-2013 [Scalise Marco]